Archivio per la categoria ‘Thinking’

#lAlba

Pubblicato: 7 febbraio 2015 in MUZYQ 2015, Thinking

#Lalba

 

"L’ALBA E’ GIA’ QUA"

MI ILLUMINA DI NOVITA’

…C’E’ ANCORA UN MARGINE PER COMINCIARE A VIVERE

CON GLI SGUARDI CHE SI INCROCIANO A META’

NELLO SPAZIO DELLA LIBERTA’…

…"E NAUFRAGAR M’E’DOLCE IN QUESTO MARE"…

Non si può tornare indietro

Nemmeno di un minuto

E’ la regola di questo gioco

Puoi tentare di salire di livello

O restare dove sei

Come carne da macello

Nelle mani del tecnocrate di turno

Non si può tornare indietro

Le strade sono piene di detriti

Macerie di un passato che un giorno

Era stato un futuro entusiasmante

Quante cose non ci siamo detti

Per paura di non essere capiti

Troppe volte non ci siamo rivelati

Per paura di venire giudicati

Attraverso tribunali improvvisati

Che condannano già prima di sapere

C’è ancora un margine

Per cominciare a vivere

Con gli sguardi che si incrociano a metà

Nello spazio della libertà…

 

Ohhhh

L’alba è già qua

Per quanto sia normale

Vederla ritornare

Mi da una possibilità

 

La scarpetta di cristallo

Che hai perduto una notte nella corsa

Puoi attendere qualcuno che ti cerchi

O proseguire scalza

Nella luna che si accende di riflesso

c’è una parte che rimane sempre scura

c’è chi dice che è la parte dove adesso

E per sempre si rivela la natura

"Si sta come d’autunno sugli alberi le foglie"

"E naufragar m’è dolce in questo mare"

"Felice chi è diverso essendo egli diverso

Ma guai a chi è diverso essendo egli comune"

Poesie scritte sui muri nei bagni dell’autogrill

Le sinfonie nelle pubblicità

Le barche che da Tripoli puntano a Lampedusa

E quelle che da Genova puntavano all’America

Al centro di un passaggio della grande mutazione

C’è un pezzo che si stacca dalla costa

E va in esplorazione di terre emerse

Dove piantare un nuovo rituale

 

Ohhhh

L’alba è già qua

Per quanto sia normale

Vederla ritornare

Mi illumina di novità

Mi da una possibilità

Non si può tornare indietro

Nemmeno di un minuto

Ma c’è ancora un margine per cominciare a vivere

Con gli sguardi che si incrociano a metà

Nello spazio della libertà

 

Uuuuuh

L’alba è già qua

Mi da una possibilità

Mi illumina di novità

L’alba è già qua

Mi da una possibilità

Ooohhhh

Annunci

#Manifesto

Pubblicato: 11 gennaio 2015 in MUZYQ 2015, My Blog Music Collection, Thinking

images

SEARCH YOUR SOUL FOR LIFE!

WE ARE ARTISTS

WE MUST BREAK FREE

WE ARE NOT FOLLOWERS

WE ARE NOT GENRES

WE ARE LIMITLESS!

This Is The Time For Great Illumination

Thousands Upon Thousands of Us

Warriors In Music And Arms

Have Stood Together for a Century

Driving The Boundaries of Our Own Creation Forward

Time and Time Again

We Stand as A Counter Culture

An Answer To The Mundane, Dreary Normalcy of Plain Existence

And Flash Wild Colors and Movements

To Form Tilted Paths Towards Righteousness

We Are a Unit of Musical Harmony

And Empowered Singularity

That Exists To Give Glorious Meaning and Purpose To Life

Yes, We Are So Vastly Different

It’s Our Differences That Make Us So Unique

That Makes Music Such an Unstoppable Cataclysmic Force For Good

We Have The Ability To Make Music That Can Sound One Way On a Certain Day

And Completely Different The Next

The Context of Unpredictability Is Our Greatest Weapon Against Malaise

We Should Not Listen To Those Would Would Define Us In One Light

We Should Not Allow Ourselves To Be Cast Into a Single ‘Genre’ or ‘Style’

WE ARE ARTISTS

That In Itself Is The Only Genre We All Share

We Must Refuse To Confine Our Works To One Mold

WE MUST BREAK FREE

We Are Not Cookie Cutters

WE ARE NOT FOLLOWERS

WE ARE NOT GENRES

WE ARE LIMITLESS!


#prontoacorrere

Con te ero immobile

oggi ti vedrò di colpo sparire

tra la folla te ne andrai

mi sono rotto delle scuse

e sono stanco dei tuoi guai

hai detto che non vuoi più

camminare accanto a me, accanto a me

ora questa casa mi sembra più grande

illumino ogni angolo

dipingo la noia, rivesto la stanza

di quel che d’ora in poi sarò

non mi fermerai né adesso, né mai

perché per troppe volte ho scelto te

non sono immobile

grazie per avermi fatto male, non lo dimenticherò

grazie io riparto

solo controvento ricomincerò

giro nel centro e faccio la spesa

non mi sento fragile

cento grammi di sole

non serve l’amore

se poi diventa cenere

non mi prenderai

né adesso, né mai

perché per troppo tempo

ho scelto te

dimenticando me

grazie per avermi fatto male

non lo dimenticherò

grazie io riparto

solo controvento ricomincerò

sarò pronto a correre per me

e tu ferma immobile

grazie per avermi fatto male

non lo dimenticherò

sento nelle vene vita che si muove ricomincerò

sarò pronto a correre per me!

I GOT RHYTHM!

Pubblicato: 10 aprile 2013 in Love, My Blog Music Collection, Thinking

I Got Rhythm

I GOT RHYTHM

I GOT MUSIC

I GOT MY GIRL

Adesso sono nuovo e sono appena nato

il cordone ombelicale e’ stato appena reciso

e succhio dal tuo seno latte fresco

con il fare deciso di chi ha davanti a se

mille giorni da riempire di tutto quello che la vita

a me mi vorra’ dare e amare amare amare

Sono libero stasera

andremo fino al centro del sabato sera

dove c’e’ la scala a chiocciola per la stratosfera

e scalino dopo scalino sentiremo

quel bel caldino del sole farsi sempre piu’ vicino

e non ci serviranno ne’ parole

ne’ libri ne’ scuole ne’ spose

neanche i vestiti

nudi noi saremo con i corpi nostri

belli profumati

bevendo acqua azzurra di fiumi infiniti

Chi puo’ chiedere di piu’

non lo so

chi puo’ chiedere di piu’

dimmelo tu

con la faccia blu

con gli occhi all’ingiu’

e le labbra che non suonano piu’

tranne che per dire quello che non va

per dar fiato a tutta la negativita’di questa citta’

ma oggi non c’e’ tempo per piangere sul latte versato

adesso sono nuovo nuovo e sono appena nato

il cordone ombelicale e’ stato appena reciso

e succhio dal tuo seno latte fresco

con il fare deciso di chi ha davanti a se

mille giorni da riempire di tutto quello che la vita

a me mi vorra’ dare e amare amare amare

I GOT RHYTHM

I GOT MUSIC

I GOT MY GIRL

who could ask for anything more?

fresco di galera

sono libero stasera

andremo fino al centro del sabato sera

dove c’e’ la scala a chiocciola per la stratosfera

e scalino dopo scalino sentiremo

quel bel caldino del sole farsi sempre piu’ vicino

e non ci serviranno ne’ parole

ne’ libri ne’ scuole ne’ spose

neanche i vestiti

nudi noi saremo con i corpi nostri

belli profumati

bevendo acqua azzurra di fiumi infiniti

nei pascoli del cielo mangeremo frutti molto saporiti

e non mi manca niente perche’ ci sei tu insieme a me

ho tutto cio’ che mi serve

perche’ ho la musica

e perche’ ho te

i got daisies

in green pastures

i got my girl

who could ask for anything more

who could ask for anything

who could ask for anything

who could ask for anything

che bella


Nudo Puro Vero

Nudo, senza più respiro

Vero, come il mio bisogno ancora

Puro, riempimi di luce

Nudo, senza inibizioni

Nudo, senza più legami

Nudo, toglimi il respiro

Vero, guardami esser uomo ora

Non lo so dov’è che andrò

ma di certo non resto a fingere

una parte felice che

che alla fine non sono a posto con me

sono cresciuto e lo so

che ora mi vedi

Nudo, senza inibizioni

Puro, fosse anche una notte sola

dammi ancora un grido in gola

Nudo, senza più respiro

Vero, come il mio bisogno ancora

per poi ritornare solo

irrequieto io voglio andar via

sul mio corpo ho imparato a scrivere

un tatuaggio, un’ortografia

della vita che più non mi sfuggirà

il vento sale e già so

che sono

Nudo, senza più legami

Puro, correre e sentirsi

Vero, dammi ancora un grido in gola

Nudo, toglimi il respiro

Puro, riempimi di luce

Vero, guardami esser uomo ora

non sarò più debole

non mi perderò mai

Nudo, senza inibizioni

Puro, correre e sentirsi

Vero, dammi ancora un grido in gola

Nudo, toglimi il respiro

Puro, riempimi di luce

Vero, lasciami essere uomo ora